Multisensorialità pasquale grazie ad una rievocazione immersiva : dalle luci per sottolineare le emozioni della crocifissione agli odori della vita cittadina per sentire vicino questo tempo di fede

Due bambini in braccio ad una mamma che chiedono preoccupati ” perche hanno picchiato papà ? ” E la risposta “No piccolo il sangue che si vedi sul volto  del  papà non è stato procurato dalle percosse dei soldati romani.”

20180330_212249-720x1280

Così è cominciato il mio primo contatto con la rievocazione della Passione ieri sera nella cittadina di Grassina a pochi chilometri dal centro di Firenze dove da anni si ricorda la passione di nostro Signore attraverso una rievocazione di cui avevo sempre sentito parlare e dove  ero stato molti anni fa.

Una rievocazione che coinvolge quasi tutto il paese con elementi di spicco quali una decina di cavalieri romani e persino una biga peraltro trainata da un muscoloso e peloso cavallo un po’ nervoso per la tanta gente intorno e desideroso di ritornare nei campi dai quali per una notte era stato strappato

IMG_20180330_215839-1984x1488

Grande lo sforzo corale di tutto questo paese che ha accolto dentro le sue stesse strade una rievocazione che potremmo ancora una volta definire plurisensoriale perché ha immerso me e la mia famiglia insieme ad altre centinaia di famiglie venute da diverse parti di Firenze e della Toscana in un corpo vivo fatto di luci, suoni, pressioni della gente che si accalcava lungo le strade, il gusto di un bicchiete di cioccolata comprato in uno degli immancabili baracchini lungo la strada.

E poi gli odori. Odori che si dipanavano mano a mano che ci si dirigeva verso la fine del percorso verso i campi e che andavano  degli aromi dei bomboloni  che uscivano  da una pasticceria a quelli  di ribollita  che riuscivano a superare la soglia  di una trattoria.

La cui porta  era rimasta aperta  complice  una serata di tempo  finalmente più mite e che aveva unvigliato i proprietari dei chischi di dolciumi ad offrire leccornie varie ai ragazzini e non , tra le quali troneggiavano i numerosi brigidini che anch’essi contribuivano con una punta di anice a questa paesana sinfonia di aromi

IMG_20180330_230827-1488x2635

E si è arrivati così  in una grande radura  chiusa da una collina , sul cui sfondo si è svolta la parte finale della rievocazione culminata in una crocifissione Davvero emozionante

Il resto lo lascio alle foto e a qualche breve video su youtube, frammenti che possono forse dare una piccola idea di questa rievocazione che avvolgeva tutto e tutti per  terra facendo. sentire la Pasqua come se fossimo li in Palestina

Non allora ma ora. Perchè avviene ancora per noi,  per tutti e per ognuno.

Basta cercare le occasioni per “sentire” tutto questo. Fermandosi e condividendo. Come ho cercato di fare io facendo degli auguri di Buona Pasqua aiutato da questa splendida gente di Grassina. Enrico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...